Davide Montella, 18 Maggio 2018

Volkswagen Polo GTI M.Y. 2018

La rubrica di Davide Montella


Non chiamatela ‘piccola‘ compatta sportiva, perché potrebbe mostrarvi le unghie!

GTI, acronimo di Gran Turismo Injection, è la sigla che da oltre 40 anni identifica le vetture sportive compatte del Marchio Volkswagen. La Casa, con l’arrivo della sesta generazione di Polo, completa l’offerta 2018 e presenta la versione ‘cattiva’, destinata a soddisfare i palati più esigenti, grazie a prestazioni esaltanti e tecnologia al top. Variante sportiva, la nuova Polo GTI è dotata del moderno e performante motore 4 cilindri 2.0 TFSI da 200 cv, di un assetto sportivo e di un differenziale elettronico a bloccaggio trasversale XDS. Con la nuova Polo, Volkswagen fa le cose in grande, alzando l’asticella rispetto alle sue dirette concorrenti, grazie all’introduzione di interessanti novità rispetto alla generazione precedente.Foto gallery Volkswagen Polo GTI M.Y. 2018

Nuova Piattaforma MQB

Archiviata la vecchia piattaforma, Volkswagen gioca in casa e utilizza anche per la nuova Polo GTI l’innovativa piattaforma modulate trasversale MQB A0. Prosegue poi con i propulsori e pensiona le precedenti unità da 1,4 e 1,8 litri, a favore quattro cilindri turbo da 2.0 litri. La sigla GTI è legata a doppio filo al Marchio Volkswagen e da oltre due decenni trova posto anche sulla calandra della Polo, che nella versione M.Y. 2018 fa un balzo in avanti avvicinandosi alla sorella maggiore, sia in termini di proporzioni (nuova Polo è più lunga di 8 centimetri rispetto al precedente modello oltre che leggermente più bassa), che per la qualità dei materiali utilizzati e la ricchezza degli equipaggiamenti.

Volkswagen Polo GTIDesign aggressivo

La Polo GTI M.Y. 2018 è un’auto nuova, intrigante e l’estetica fuga all’istante ogni dubbio, mettendo subito in evidenza il carattere sportivo della nuova versione. Forte della presenza di cerchi in lega da 17″, dall’indiscutibile valore estetico, che lasciano intravedere le pinze freni rosse, la nuova compatta dà l’idea di essere solida e ben piantata a terra. Ma non finisce qui, perché la sua cattiveria trasuda anche da altri elementi della carrozzeria, come i nuovi paraurti sportivi, le prese d’aria con struttura a nido d’ape, il doppio terminale di scarico cromato, i sotto porta maggiorati e, dulcis in fundo, dalla leggendaria linea rossa sulla calandra, vero e proprio richiamo per tutti i puristi del modello.

Motore due litri turbo

237 Km/h e 6,7 secondi da 0-100 Km/h

Per la Polo GTI, Volkswagen ha voluto puntare sul noto propulsore quattro cilindri turbo benzina da due litri che, al di là della potenza massima, salita a 200 cavalli, esprime una coppia generosa, pari a 320 Nm (tra i 1.500 e i 4.350 giri/minuto) garantendo prestazioni di assoluto rilievo, come testimoniano i dati relativi alla velocità massima e all’accelerazione da 0-100 km/h con partenza da fermo, rispettivamente di 237 km/h e 6,7 secondi. Valori interessanti ottenuti anche grazie alla prontezza del cambio doppia frizione DSG a 6 rapporti di serie (per il manuale ci sarà da attendere) e al lavoro svolto dal differenziale elettronico a bloccaggio trasversale XDS, che trasferisce in maniera omogenea la forza motrice alle ruote dell’asse anteriore. Nella norma i consumi, pari a 5,9 l/100 km (dichiarato dalla Casa), a dimostrazione dell’efficienza di questa unità. Buono il peso complessivo (1.355 Kg), così come contenuto il rapporto peso-potenza (6,78 kg/CV).

Interni spaziosi e ampia capacità di carico

Prodotta esclusivamente nella versione a cinque porte, si rivela più spaziosa e aerodinamica rispetto al passato, grazie alla maggiore fruibilità garantita dalla nuova piattaforma modulare, già utilizzata in famiglia da Seat Arona e Volkswagen T-Cross. Anche il passo ne ha beneficiato (ora è a quota 2.564 mm) per la gioia di chi siede dietro, così come la capacità di carico del bagagliaio, passata da 251 a 351 litri, valore di riferimento per una vettura di segmento B. Caratteristico il pomello della leva del cambio GTI e il rivestimento dei sedili nel famoso tessuto a quadretti Clark

Si ha l’impressione di averla sempre guidata

La Polo GTI è un’auto che si lascia condurre con una naturalezza disarmante, si ha difatti la sensazione di averla sempre guidata. Questo feeling nasce dal progressivo affinamento degli interni e dal profondo studio ergonomico della seduta e della posizione di guida più in generale. Caratteristica questa, che ha contribuito in maniera rilevante al raggiungimento di un perfetto connubio uomo-macchina. Mutuati invece dalla gamma tutti gli aggiornamenti, come l’Active Info Display, completamente in vetro, da 10,25’’ (compatibile con i protocolli di comunicazione Apple CarPlay e Android Auto), il sound system Beats da 300 watt, il sistema di ricarica wireless per smartphone. La caratterizzazione sportiva prosegue all’interno, dove figurano elementi decorativi rossi, sui pannelli delle porte e sulla plancia, mentre tra i sistemi di sicurezza, troviamo l’Alert con segnalatore acustico per il riconoscimento della stanchezza del guidatore, il sistema perimetrale Front Assist, con funzioni integrate di riconoscimento dei pedoni e di frenata di emergenza City, il sistema di frenata anti collisione Multi Collision Brake, l’ACC e il Blind Spot. La nuova Polo GTI, disponibile da febbraio di quest’anno presso i Dealer della Casa, viene proposta al prezzo di € 25.650,00.

Guarda le offerte Nuova Polo GTI di AutoUno



DavideMontella.itDavide Montella, Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale, Co-autore e conduttore di TV Motor & Fashion, Direttore responsabile di Motor & Fashion Magazine, Istruttore di Guida (Sicura, Sportiva, Veloce, Drifting, Guida Sicura/Difensiva), Istruttore di guida sicura per ASC Quattroruote, Co-fondatore e Direttore Commerciale di “Guidare Sicuri“, Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli e se, non dovesse bastare,… leggi il resto su davidemontella.it



 

Resta aggiornato

Iscriviti per ricevere le nostre news e le ultime promozioni!