Davide Montella, 15 Giugno 2018

Gamma elettrica ID Volkswagen

La rubrica di Davide Montella


Prepararsi al meglio ed essere al top nella produzione di veicoli elettrici, questo il must di Volkswagen che prepara un’offensiva senza precedenti nel settore dei veicoli elettrici, con il lancio, nei prossimi tre anni, di 27 modelli della gamma I.D. in tutto il mondo.

Nuovi ingegneri per Volkswagen e l'ellttrico

La casa di Wolfsburg fa sul serio e dà il via ad un programma di formazione sulla e-mobility, attraverso l’inaugurazione del Future Electronic Engineer Program (FEEP), il nuovo ‘laboratorio’ di energia pulita del futuro, nel quale 100 giovani ingegneri e un numero ancora imprecisato di lavoratori altamente specializzati, provenienti da tutto il mondo, riceveranno una formazione ‘green’ di altissimo livello.

In questo neonato Polo le prime professionalità si occuperanno, nel corso di un programma triennale,  della pianificazione dei modelli elettrici 100%, dando un supporto all’avvio della produzione e allo sviluppo elettronico dei modelli della gamma I.D., che vedranno la luce sulla nuova piattaforma modulare elettrica MEB, prodotta a Zwickau  in Germania.

Un programma di formazione ambizioso e molto articolato, che ha visto lo start nella Pilot Hall di Wolfsburg (news electric motor), parte della Divisione Produzione e Logistica del Brand, ma che ha già coinvolto i siti della Marca presenti in Argentina, Brasile, Cina, Messico e USA e le locali università.

Una sfida contro il tempo, in cui il FEEP avrà un ruolo sempre più fondamentale, nell’ambito della ricerca di risorse da impiegare in uno dei programmi di formazione più evoluti e completi dell’industria automobilistica mondiale.

 

Oliver Wessel, Direttore della Pilot Hall e responsabile con il suo team del processo di creazione del prodotto, di tutti i modelli di Volkswagen, dichiara:

“Quest’anno e il prossimo, dovremo gestire circa 80 avvii di produzione. I veicoli sono i più digitalizzati che abbiamo mai avuto, una sfida non da poco. La situazione diventerà ancora più complessa con i modelli MEB. Per questo abbiamo bisogno di specialisti dell’avvio di produzione che possano fornire supporto locale ai nostri stabilimenti quando c’è bisogno e che assicurino una buona partenza alla produzione. L’obiettivo è sviluppare volumi produttivi importanti,pur mantenendo i nostri elevati requisiti di qualità”.

 

 

Thomas Ulbrich, membro del Consiglio d’Amministrazione con responsabilità per la e-Mobility, ne evidenzia le dimensioni:

“Entro i prossimi tre anni, la Volkswagen avvierà la produzione di 27 modelli elettrici di quattro Marche in tre regioni del mondo. Nel solo stabilimento di Zwickau, usciranno dalle linee di produzione modelli di tre Marche del Gruppo. Nel futuro, le nostre fabbriche di MEB in tutto il mondo avranno bisogno di giovani ingegneri che abbiano dimestichezza con i requisiti di produzione della nuova architettura e allo stesso tempo abbiano una esperienza pratica significativa”.

 

Gli ingegneri e le figure professionali altamente specializzate del Future Electronic Engineer Program (news di Repubblica Motori del 6 giugno) porteranno a battesimo tutte le nuove auto elettriche lanciate sul mercato ds Volkswagen.

Dopo un percorso di studi votato alla pratica professionale, tutti i partecipanti ai programmi di vehicle informatics e data logistics riceveranno una formazione sull’avviamento alla Pilot Hall di Wolfsburg, per poi prendere parte al primo progetto, già esistente, che vedrà la nascita della compatta I.D. . E poi ancora seminari e progetti più complessi, fino all’impegno concreto nei primi processi di produzione, così come su progetti sempre più articolati.

L’impegno nello sviluppo di prototipi I.D. continua anche nell’ambito del mondo delle corse, tanto che Volkswagen sarà presente allo start dell’edizione 2018 della Pikes Peak International Hill Climb, la famosa corsa verso le nuvole che si snoda lungo le pendici del Pikes Peak, montagna situata nello Stato del Colorado (USA). La Volkswagen I.D. R Pikes Peak, prototipo 100% elettrico da 680 cavalli e il suo pilota, il francese Romain Dumas, tenteranno di frantumare l’attuale record per auto elettriche, fissato in  8:57.118, e registrato nel 2016 dallo statunitense Rhys Millen, al volante di una eO PP100.

Volkswagen elettrica in una gara di velocità


…e il nell’attesa della commercializzazione della Gamma I.D.? e-up! ed e-Golf: Gamma-Elettriche Volkswagen 😉



DavideMontella.itDavide Montella, per tutte le informazioni sull’autore, trovi tutto su davidemontella.it. Intanto ti diciamo che Davide è un bravissimo docente di educazione e sicurezza stradale, co-autore e conduttore di TV Motor & Fashion, direttore responsabile di Motor & Fashion Magazine, istruttore di guida, Istruttore di guida sicura per ASC Quattroruote, co-fondatore e direttore commerciale di “Guidare Sicuri“, Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli… oltre che – se non si era capito – appassionato di motori!



Resta aggiornato

iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato su tutte le nostre iniziative e promozioni!

Apri