Davide Montella, 1 Giugno 2018

Nuova Golf GTI TCR

La rubrica di Davide Montella


Dai circuiti alla strada, la GTI più potente di sempre:
Nuova Golf GTI TCR

Per stupire le centinaia di migliaia di fan della Golf GTI presenti in tutto il mondo, Volkswagen svela il prototipo pre-serie della Golf GTI TCR, completando un altro tassello importante nella storia, ormai lunghissima, di un’auto divenuta una cult car tra le compatte sportive. E per mostrarla al pubblico, approfitta del raduno GTI che quest’anno (dal 9 al 12 maggio 2018) ha visto migliaia di fan riunirsi nei pressi del lago di Wörthersee, il più grande della Carinzia, in Austria.

Golf GTI Napoli

La Golf GTI TCR, che si posiziona tra la Golf Performance e la Golf R (+ 45 cv rispetto alla prima, – 20 cv rispetto alla seconda), rappresenta la versione stradale della compatta da corsa, che per due volte ha trionfato nel Campionato Internazionale TCR. In effetti bastano pochi sguardi per capire che la nuova special edition fa veramente sul serio, nonostante il design non sia particolarmente “carico”, contrariamente ad alcune sue competitors dirette. La sportiva purosangue, top di gamma della GTI, unisce potenza, prestazioni e design, grazie al suo look grintoso ma non esagerato, caratterizzato da specifici dettagli in grado di esaltarne la sportività, e da un motore 2.0 litri turbo, in grado di erogare una potenza massima di 290 cavalli – disponibili tra i 5.000 e i 6.800 giri/minuto – e di sprigionare una coppia massima di 370 Nm in un arco di regime compreso tra i 1.600 ed i 4.300 giri/minuto. A trasferire la potenza all’asse anteriore ci pensa un cambio DSG a doppia frizione, dotato di 7 rapporti, ‘aiutato’ nella trasmissione dell’enorme potenza al suolo, da un differenziale multifunzione a gestione totalmente elettronica. Attraverso il tachimetro digitale – su questa versione troviamo l’Active Info Display di serie – è possibile verificare la velocità massima raggiungibile, pari a 250 Km/h che possono diventare 264 Km/h, attraverso l’eliminazione della limitazione elettronica. Nonostante queste performance, il corpo vettura resta sempre molto composto, pure alle alte velocità, grazie anche alla deportanza garantita dal nuovo spoiler sul tetto.

Vista da fuori

Il look della Golf GTI TCR è decisamente sportivo, anche se la Casa ha evitato di caratterizzare le linee con fronzoli estetici particolarmente evidenti. Sulla nuova compatta l’aggressività traspare da alcuni dettagli, come il nuovo paraurti,  i cerchi forgiati da 18 pollici Belvedere di serie (in alternativa quelli in lega da 19 pollici dal design esclusivo), i dischi freni forati, dotati di gruppo pinze/pastiglie specifiche, lo splitter anteriore, con funzione di spoiler anteriore, l’estrattore posteriore con i due terminali di scarico in titanio firmati Akrapovič, a richiesta (ad oggi appannaggio solo della più potente versione R a trazione integrale), la speciale grafica sulle fiancate e i rivestimenti sottoporta che si estendono fino alla zona posteriore. I gusci degli specchietti retrovisori esterni sono in vernice opaca, mentre sui longheroni è riportato il logo “TCR”. Elegante e raffinata la proiezione sull’asfalto del medesimo logo, che accoglie i passeggeri prima dell’ingresso in auto. Per la Golf GTI TCR, la casa di Wolsburg ha creato il nuovo colore carrozzeria Pure Grey, che si aggiunge alle altre tonalità tipiche delle GTI tradizionali, vale a dire: Pure White, Rosso Tornado, Deep Black effetto perla e Oryx White effetto madreperla.

Golf GTI TCR

Gli interni

DNA sportivo anche all’interno grazie ai sedili anteriori profilati e ai rivestimenti in microfibra e tessuto, specifici per questa versione. I designer della casa hanno impiegato la microfibra anche per il rivestimento della leva del cambio e degli inserti delle porte. Molto bello l’effetto visivo garantito dalle fasce centrali dei sedili in tessuto e dal contrasto cromatico Flashred, che richiama le cuciture rosse del volante sportivo,  impreziosito da una tacca dello stesso colore, a ore “12”, che evoca emozioni ‘pistaiole’.

Golf TDI TCR: InterniGiriamo la chiave

‘Power is nothing without control’, recitava così uno dei claim pubblicitari più famosi di Pirelli, produttore internazionale di pneumatici, affermando appunto che la potenza è nulla senza controllo. Ed è proprio quello che è stato fatto dai tecnici di Volkswagen, controllare l’enorme potenza della Golf GTI TCR, consentendole di scaricare al suolo in maniera omogenea la grande quantità di cavalli a disposizione. Grazie ad un differenziale anteriore multifunzione, già visto sulla Golf Performance – a gestione elettronica – in grado di ottimizzare la trazione e rendere la vettura ancora più fruibile e maneggevole nelle curve percorse a velocità elevata. Quattro le modalità di guida presenti: ECO, NORMAL, SPORT e INDIVIDUAL, con quest’ultima che offre una specifica taratura per sterzo e cambio, modificando la curva di potenza del motore e ottimizzando l’equilibrio dell’assetto adattivo DCC (a richiesta).

Oltrepassare i limiti si può

Pur esortando chi è alla guida ad avere un comportamento improntato alla massima prudenza, bisogna dire che i potenziali acquirenti di questa compatta sportiva potranno ordinare un pacchetto che di fatto rende le prestazioni della GTI TCR ancora più brillanti. Il pacchetto prevede: l’eliminazione del limitatore della velocità massima, che passa da 250 Km/h a 264 Km/h, nuovi cerchi da 19 pollici dal design esclusivo, il telaio sportivo, la carrozzeria abbassata di 20 mm e la regolazione adattiva dell’assetto DCC, che consente a chi è alla guida di modificare – attraverso la pressione di un pulsante – la taratura degli ammortizzatori, scegliendo così il tipo di assetto più adatto.

La nuova Golf GTI TCR sarà introdotta sul mercato europeo entro la fine del 2018, per poi essere distribuita anche in altri continenti.



DavideMontella.itDavide Montella, per tutte le informazioni sull’autore, trovi tutto su davidemontella.it. Intanto ti diciamo che Davide è un bravissimo docente di educazione e sicurezza stradale, co-autore e conduttore di TV Motor & Fashion, direttore responsabile di Motor & Fashion Magazine, istruttore di guida, Istruttore di guida sicura per ASC Quattroruote, co-fondatore e direttore commerciale di “Guidare Sicuri“, Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli… oltre che – se non si era capito – appassionato di motori!



Resta aggiornato

Iscriviti per ricevere le nostre news e le ultime promozioni!